Cosa sarà – inaugurazione stagione teatrale 2017-18

Sabato 7 ottobre 2017 dalle ore 17.00 alle ore 20.00

 

Sabato 7 ottobre 2017 dalle ore 17.00 alle ore 20.00

Teatro Franco Tagliavini – Novellara

 

Cosa sarà

Inaugurazione stagione teatrale 2017-2018

 

produzione Fincardinale – fabbrica dell’effimero, Etoile Centro Teatrale Europeo, Lab Academy e Teatro F. Tagliavini

ideazione di Daniele Franci e Stefania Artioli

in collaborazione con Amigdala, AltrArte, Atelier Scuola di Danza e Teatro di Parpignol

 

Ingresso gratuito

Si può entrare dalle 17 alle 20 in qualsiasi momento, le installazioni sono in loop.

 

Anche la stagione 2017/18 del Teatro Franco Tagliavini verrà inaugurata da un evento che offrirà la possibilità al pubblico di visitare gratuitamente i tanti luoghi del teatro che solitamente sono chiusi in una cornice che quest’anno si fonderà su parole chiave, riflessioni e azioni di teatro di installazione. Ad ideare l’evento è la “Fincardinale, fabbrica dell’effimero” in coproduzione con il Teatro Franco Tagliavini, Etoile Centro Teatrale Europeo e Lab Academy. Teatro, danza, installazioni, musica e luci saranno i principali linguaggi impiegati per trasformare la “scatola teatro” in un luogo in cui tutto sia possibile.

Ogni ambiente è una parola chiave. Non vi è un percorso stabilito da seguire, non vi è un tempo massimo in cui poter stare in quel luogo. Perdersi nel teatro per avere la possibilità di dare risposta al tema della stagione teatrale di quest’anno: Cosa sarà.

“Un solo consiglio: avvicinatevi alla sala solo come ultima tappa per comprendere meglio cosa abbiamo inteso per “creare bellezza”.
Siate curiosi, non pensate di essere all’interno di un museo in cui è sempre vietato toccare, qui siamo a teatro e il teatro esiste solo se due forze si alimentano vicendevolmente: l’artista ed il pubblico. Noi ci mettiamo la nostra parte con gli artisti, voi fate lo stesso come pubblico”. Fincardinale – fabbrica dell’effimero

La critica dell’istallazione
Gli artisti si sa, amano le imprese titaniche e spesso si cimentano in percorsi artistici lunghi ed impegnativi. Le produzioni di “Fincardinale, la Fabbrica dell’Effimero” concretizzano sulla scena sfaccettate emozioni, con una chiara devozione per il bello e la provocazione.

Come le avanguardie storiche (Astrattismo, Cubismo, Dadaismo, Fauvismo, Futurismo e Surrealismo) la Fincardinale abbraccia ogni forma di espressione artistica per agire a livello sociale. Manifesta un modo diverso di porsi di fronte al prodotto artistico, inteso non come depositario di valori assoluti o di verità rivelate, ma come qualcosa di strettamente connesso al suo creatore e al suo fruitore. L’uomo, quindi il pubblico, entra nella scena che straborda oltre il limite del palcoscenico, vivendo l’arte, lasciandosi emozionare e provocare. Una ricerca teatrale che si confronta con svariati linguaggi artistici contemporanei (arti visive, fotografia, cinema, letteratura) un punto di vista chiaro ed emozionalmente disponibile, non un’opinione. L’artista si concede il tempo per analizzare e raccontare la realtà, lasciando sempre spazio alla sorpresa, rendendo l’impensabile pensabile, creando così una perfetta sinergia tra artista e spettatore dando vita ad un ambiente che ricorda gli Happening di Kaprow nella New York degli anni ’60, dove il pubblico diventa protagonista e parte attiva del processo artistico.

Le istallazioni della Fincardinale seguono una trama strutturale con azioni autonome o collegate tra di loro, caratterizzate sempre dall’interdisciplinarità e, attraverso l’effimero, il bello e il desiderio di narrare avvicinano l’arte alla vita. Creare, essere circondati e consumare bellezza, è stato sempre il comune denominatore delle produzioni della Fincardinale, visione artistica che anche in questo contesto non lascia desiderare.

Come gli artisti delle avanguardie storiche anche Fincardinale decide di rischiare, perché senza il rischio non esisterebbe l’artista di domani.

 

Informazioni:

Teatro Franco Tagliavini

Piazzale Marconi 1, 42017 Novellara (RE)

Tel +39 0522 655407 teatro.novellara@gmail.com