Un eroe sul sofà

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 28 gennaio 2018 ore 16.30

Rassegna a teatro con la famiglia

 

di e con Andrea Brunetto, Max Pederzoli e Alessio Pollutri

produzione Accademia Perduta/Romagna Teatri

in collaborazione con Association Hurlement (FR)

età dai 4 anni

tecnica clownerie, rumorismo, pianoforte/tip tap, mimo e fumetto

Biglietto intero 5,00 € – ridotto 3,50€

 

C’è stato un tempo in cui super Cosimo fu l’uomo più forte del mondo. Anni di voli stellari e imprese mozzafiato, salvataggi eroici e corse all’impazzata. Anni in cui tutto gli era possibile, pareva proprio che fosse invincibile. Poi un bel giorno senza alcun preavviso perse tutti i suoi poteri. Addio salti prorompenti e sorrisi ammalianti, braccia allungabili e occhi penetranti. Nulla più riusciva a fare e si rinchiuse in casa ad aspettare… Super Cosimo è un eroe che ha perso i suoi poteri e si è se gregato in casa spaventato. Non riesce più a varcare la soglia della porta e il suo unico contatto con il mondo esterno è una vecchia radio di legno che con le sue informazioni accresce in lui l’insicurezza e la paura. Fortuna vuole che al suo fianco ci sia Aristòcane, un simpatico cane da compagnia che si impegna fin dall’inizio per far sì che al suo padrone torni l’allegria e la voglia di uscire. Intorno a loro un fantasma impregna gli oggetti della casa e si muove con disinvoltura nella fantasia dell’eroe: un alter ego brillante in ricordo degli anni d’oro e di quelli che ancora possono arrivare. Con un crescendo di illusioni magiche Aristòcane proverà a illudere super Cosimo d’aver recuperato i poteri e dopo essere stato scoperto e maltrattato deciderà di fuggire. Su- per Cosimo dovrà scontrarsi con la solitudine e quando il suo cane invocherà aiuto troverà il coraggio di uscire e af- frontare la vita senza super poteri.

Uno spettacolo tragicomico raccontato attraverso il teatro, il mimo, l’acrobatica, il rumorismo, il tip tap, la musica e il fumetto. Un incrocio di discipline artistiche non solo come elemento accessorio ma come caratteristica identificativa del progetto. I linguaggi metaforici saranno al servizio di una narrazione lineare in cui le risate si mischieranno ai vir- tuosismi e alla poesia.