Alfabeti

box-AlfabetiMi piace pensare che Alfabeti sia una parola “baule” nella quale possono trovare posto le differenti idee che ci stanno spingendo a creare una nuova stagione teatrale.

Il teatro Franco Tagliavini di Novellara ha, da quest’anno, una nuova direzione artistica e come tutte le cose che si imparano a conoscere è importante comprenderne l’ A, B, C, creare un nuovo abbecedario.

Una stagione che vuole contraddistinguersi per i diversi linguaggi impiegati sul palco dalle tante compagnie e artisti che giungeranno a Novellara.

Una stagione che inizia dalla lettera A di Apertura e Associazioni,con ospite Parola Bianca; chetiene bene presente le lettere T di Territorio e Talenti, con i soggetti che operano nel comune e nelle zone limitrofe e V di Visite, per fare conoscere alla città il Teatro e i suoi misteriosi anfratti.

Una stagione che propende verso la lettera F di Formazione sia per i giovani che per il pubblico.

Insomma un abbecedario del teatro che coinvolge professionisti come Lella Costa o Ennio Marchetto ma che ospita anche nuove proposte in un’ottica di condivisione e territorialità.

Alfabeti è una parola molto bella e allo stesso tempo curiosa, ecco perché ci piacerebbe organizzare una serata e magari un matinée per le scuole con Dacia Maraini, donna che di alfabeti ne conosce tanti. La forma di recital con dialogo della signora Maraini penso sia la forma più efficace, quasi come se le facessimo un invito a prendere un caffè.

Insomma una nuova stagione che si pone come principale obiettivo la condivisione e l’imparare a conoscere e a conoscersi.

Siete tutti invitati. Cordialmente invitati.

 

La Direzione