Ubu al luna park

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


giovedì 13 febbraio 2020 ore 21:00

Progetto di Mario Fontanini e Andreina Garella
Regia di Andreina Garella
Ambientazione di Mario Fontanini
musiche Banda di Quartiere
diretta da Emanuele Reverberi
con Stefano Barbieri, Elena Beltrami, Luciano Bertazzoni, Francesco Campana, Marco Cavalli, Giovanni Coli, Antonio Cirillo, Carmine Cirillo, Marco Di Franco, Gaia Gambarelli, Giampaolo Gualtieri, Caterina Iembo, Giuliano Iembo, Paola Iotti, Patrizia Marcuccio, Stefano Marzi, Laura Nocca, Antonia Prandi, Igli Senka, Massimo Torri, Aurelio Vergai
produzione Festina Lente Teatro
Progetto Teatro e Salute Mentale

Liberamente tratto dall’Ubu Re di Alfred Jarry

Ubu vuole a tutti i costi diventare re e prendere il potere, per fare questo tutto è possibile. Ubu è grottesco, ingombrante, è vigliacco, vittima, carnefice, buffone, ma soprattutto feroce, ci fornisce una prospettiva sulla realtà, perché se di Ubu ce né uno solo i suoi imitatori sono tanti e non hanno del suo modello la consistenza fantastica.

Non c’è più differenza fra bene e male, giusto e ingiusto, onesto e disonesto, non c’è differenza tra i personaggi tronfi e ridicoli, folli e tragici sul palcoscenico e quelli della vita reale. Forse siamo tutti diventati un po’ Ubu?
Ubu ci costringe a misurarci con una umanità ormai deformata, incapace d’empatia e di condivisione.

Chi ci salverà? Ci salverà la luna, quella luna raggiunta da tanti viaggi poetici istantanei come dardi, senza implicazioni tecnologiche, consumata da analogie, riflessioni, sogni. Ci salverà la scienza delle soluzioni immaginare che ci può fare vedere un universo fatto di eccezioni. Ci salveranno i lunatici, i fragili portatori di mille sensazioni piacevoli, quelli che manifestano ogni volta una dolce illusione, quelli che ci fanno volare nello spazio salvi e liberi di pensare, quelli che ci guardano come magnifico sogno, quelli che parlano alla luna e passeggiano nell’attesa di una poesia.

Abbiamo ambientato Ubu in un Luna Park, un luogo di divertimento, magico e realista, ma anche luogo di distrazione, sbadataggine, superficialità, noncuranza, trascuratezza, e anche lo spazio diventa specchio del genere umano.

In scena persone con fragilità e disagio psichico, un gruppo di straordinaria umanità, che amalgama dolore e piacere, caos e ordine, follia e normalità, in una continua alternanza di emozioni, e che trasforma la fatica del vivere in poesia.

COSTO INGRESSI:

  • Unico: € 5,00
  • Omaggio: accompagnatori portatori di handicap, abbonati alla stagione 2019-20

ACQUISTO BIGLIETTI:

  • Presso la biglietteria del teatro il giovedì dalle 10:00 alle 12:00
  • Il giorno prima di qualsiasi spettacolo dalle 17:30 alle 19:00
  • Il giorno stesso di qualsiasi spettacolo dalle 19:30 alle 21:00
  • On line sul sito www.vivaticket.it

 

Durante ogni apertura del teatro è possibile acquistare i biglietti di tutti gli spettacoli.

A spettacolo iniziato non è possibile entrare in platea, se disponibili il pubblico ritardatario verrà posizionato nei palchetti.

Il biglietto non usufruito non sarà rimborsato nè potrà essere cambiato e/o utilizzato per altre rappresentazioni.

Il presente programma potrà subire variazioni non dipendenti dalla volontà della direzione.